Sabato 24 marzo 2018, alle ore 18.00, si terrà al Villino Romualdo di Trecastelli la presentazione del saggio di Enzo Carli “Il dagherrotipo mutante – Pensieri in libertà sulla fotografia tra analogico e digitale” (Ideas Edizioni). L’evento, promosso dal Comune di Trecastelli, dal Museo Nori De’ Nobili e dalla Biblioteca Comunale, è a cura del Movimento Artistico Introvisione. Dopo i saluti istituzionali, interverranno all’incontro il Prof. Carlo Emanuele Bugatti, direttore del Museo Nori De’ Nobili, Monia Frulla, presidente del Movimento Artistico Introvisione ed Enzo Carli, sociologo, giornalista e autore del libro. Il volume vuole essere, come si evince dall’introduzione al testo, “una riflessione da parte della fotografia sulla stessa sua natura”. Il saggio analizza la rivoluzione creata dall’uso del digitale nella realizzazione della fotografia d’arte, avvertendo però l’assenza di soluzione di continuità nella storia del mezzo, a partire dalle prime esperienze tecniche ottocentesche, rappresentate appunto dal dagherrotipo. Il testo s’impegna a individuare una serie di elementi che, indipendentemente dalle pratiche utilizzate, siano di aiuto a comprendere il nuovo percorso della fotografia, che non può comunque prescindere da quella che è stata la grande metamorfosi. Enzo Carli, sociologo, giornalista e per necessità intellettuale fotografo, ha partecipato a mostre, dibattiti e convegni sulla fotografia in Italia e all’estero. Allievo e amico di Mario Giacomelli, è autore di numerosi e importanti saggi e pubblicazioni sulla fotografia e sulla comunicazione per immagini. La partecipazione all’evento è a ingresso libero.